I Colori degli Approssimativi

azzurro:        la serenità, la naturalezza; tutto va bene, tutto va come deve andare; è come un cielo azzurro, è la base di colore della positività, nelle cose, nelle circostanze e nei sentimenti;

 

rosso          vuole dire sofferenza, preoccupazione, ansia, dolore; ma fa parte della vita, rappresenta i problemi che tutti devono affrontare, i dispiaceri, le difficoltà;

 

giallo          è in genere un colore “interlocutorio”, di incertezza, di passaggio da una situazione o da uno stato d’animo ad un altro; rappresenta anche i momenti in cui non si è ancora presa una decisione, o non si sa quale strada scegliere;

 

blu             colore forte, serve a “definire” bene le cose, a dare un tocco di forza ai colori più leggeri; se c’è tanto blu vuole dire che va tutto bene;

 

arancione    è l’anima buona del rosso; serve a sottolineare bene qualcosa, a valorizzarlo, a metterlo in evidenza; e poi si sposa magnificamente con i colori di base, dà “un tocco” in più, di raffinatezza e di evidenza; è un colore allegro;

 

verde:         è il colore della natura; fa da complemento, da intermezzo, e riesce a dare armonia all’insieme dei colori; fa parte di noi e delle cose; il verde è sempre un colore “buono”, rassicurante;

 

rosa            è dolce, buono; esprime la leggerezza, la femminilità; sta molto bene nell’insieme di tanti colori, ne completa la miscela, smussa gli angoli, si mette in mezzo ai contrasti troppo forti, contribuisce all’armonia delle cose;

 

nero:            è un colore bellissimo, se usato in piccole dosi, per “definire” bene le cose; esprime decisione, forza, concretezza; è quello che, anche concettualmente, non si può più cancellare, che lascia il segno;    

 

bianco        non è mai utilizzato da solo, ma sempre “in compagnia”; serve a dare la giusta sfumatura agli altri colori, e, soprattutto, a dare la luce, il riflesso; un oggetto bianco … è da colorare, subito …